L’Alt-Kaiserjägerclub

 

 

 

Nel 1920 fu fondato il club dei Kaiserjäger, comprendente tutti i membri, un tempo attivi, e gran parte degli ufficiali di riserva dei quattro reggimenti, in patria e all’estero.

Nel 1924 si contavano più di 1.000 membri.

Oltre al mantenimento dell’amicizia di gruppo, lo scopo del club era ed è di mantenere vivo il ricordo della storia dei Kaiserjäger e del Bergisel. Nel primo dopoguerra riuscì a salvare questo patrimonio dai nemici della tradizione, oltre che da vandalismi, sistemandolo adeguatamente.

lo sforzo del suo primo Presidente, colonnello R. Ludwig von Tschan († 1929), e del suo successore generale maggiore R. Wilhelm von Jakob († 1950), e del comitato di amministrazione, l’associazione ottenne l’assegnazione dell’amministrazione del Bergisel.

Successivamente il tribunale, su iniziativa del presidente dell’ufficio liquidazioni militari, decretò di dar vita ad una fondazione. Tutti i beni mobili ed immobili, che costituivano il monumento storico del Bergisel, furono raggruppati. Il 30.01.1930 venne approntata la lettera di fondazione (VO-Bl.d.BMfLV 1933 Nr. 134).

L a Fondazione venne chiamata "Fondazione in ricordo dei quattro reggimenti dei Kaiserjäger", come scopo è di conservare il Bergisel come luogo di testimonianza delle gloriose lotte di liberazione dei difensori Tirolesi della patria del 1809 e come luogo del ricordo dei quattro reggimenti, che in numerose occasioni e in aspre battaglie, soprattutto durante la guerra del ‘14 - ‘18, servirono valorosamente la patria in modo memorabile, in onore dei vivi e dei caduti, come monito per il futuro.

Wilten donò alla Fondazione (mantenendo alcune servitù) circa 10 particelle sul Bergisel (compresa quella su cui è costruito il Kaiserjägermuseum). A queste si aggiunsero le quattro particelle di proprietà dei reggimenti dei Kaiserjäger compresa la Urichhaus e tutti i fondi appartenenti agli ufficiali.

L’iscrizione nel libro fondiario di Wilten corrisponde ai numeri 102 e 998.

La tutela della fondazione compete ad un consiglio d’amministrazione, formato da otto persone, fra cui l’allora Abate di Wilten ed il presidente dell’Alt-Kaiserjägerclub. Gli altri sei membri erano nominati dalle autorità della fondazione, oggi l’ufficio del Land del Tirolo, e più precisamente:

Il consiglio di amministrazione, alla cui presidenza si trovava l’abate di Wilten, viene nominato ogni tre anni ed elegge annualmente tre persone, che formano il comitato di amministrazione. La soluzione di cui sopra è tutt’oggi in vigore.

Qui di seguito annotiamo alcune date importanti dell’associazione:

Affinché la fondazione, in memoria dei quattro reggimenti Kaiserjäger, possa continuare a vivere, è indispensabile la sopravvivenza dell’Alt-Kaiserjägerclub, poiché, se cessano di esistere i principi di base della fondazione, secondo il certificato di donazione, i beni ritornano in proprietà dell’Abbazia di Wilten, senza distinzioni di provenienza. Per questo motivo, l’Alt-Kaiserjägerclub, ha modificato i suoi statuti in modo tale che non solo gli ex ufficiali potessero essere soci, ma anche i loro discendenti e tutti coloro che tengano alla tradizione e contribuiscano alla cura della Fondazione stessa.

Torna all'inizio

Home > Home Italiana > Die Tiroler Kaiserjägerbund > Custodia della Tradizione > L'Alt-Kaiserjägerclub


Copyright © 1999/2002 Gianpietro Per. Ind. Bertoldi. Tutti i diritti riservati.
Questa pagina è stata aggiornata il 09/10/05 .